Da oggi Tourer.it è anche da ascoltare. Filastrocche e musica popolare entrano a far parte della mappa interattiva dell’Emilia-Romagna

Pescatori, mondine e contadini, voci che tornano dal passato. Leggende e ballate della laguna, filastrocche dei bambini, canti della tradizione, ma anche racconti, indovinelli e ninna nanne. Un patrimonio culturale immateriale, protetto in una macchina del tempo come l’ICBSA, l’Istituto Centrale per i beni sonori e audiovisivi, che oggi si può ascoltare anche attraverso il Tourer, il portale sviluppato dal Segretariato del Ministero per i beni e le attività culturali per l’Emilia-Romagna che consente di accedere al patrimonio culturale della nostra regione attraverso una mappa interattiva che comprende ad oggi oltre 6 mila beni architettonici.

Non più solo informazioni, immagini e la possibilità di geolocalizzarsi e sapere quali beni si trovano nelle vicinanze e quali sentieri o cammini permettono di raggiungerli ma, grazie alla fondamentale collaborazione dell’ICBSA del MIBAC Direzione Generale Biblioteche e Istituti Culturali, anche le tracce sonore registrate “sul campo” fra gli anni Cinquanta e Settanta; testimonianze importantissime per scoprire le nostre tradizioni locali: canti, voci, suoni e dialetti  in gran parte oggi scomparsi e di cui conserviamo nella nostra vita quotidiana, e  spesso in maniera inconsapevole,  solo pochi, preziosi frammenti.

Da oggi Tourer.it è anche da ascoltare. Filastrocche e musica popolare entrano a far parte della mappa interattiva dell’Emilia-Romagna
vpn_key
PAROLE CHIAVE
Tourer